Il territorio

Castiglione del lago

Racchiuso fra le antiche mura che terminano verso il lago con la possente struttura della fortezza medievale, Castiglione del Lago nel 1500 passò da avamposto militare e paese di pescatori a Stato rinascimentale, grazie all’edificazione del Palazzo, divenuto in seguito Ducale, con tutte le costruzioni e gli abbellimenti annessi che una corte dell’epoca richiedeva. Dopo gli Etruschi ed i Romani, il paese fu conteso per secoli fra Arezzo e Perugia, finché questa se ne impossessò definitivamente alla fine del 1100. Nel XIII° sec. paese e castello furono completamente ricostruiti per ordine di Federico II, pervenendo ai nostri giorni con poche variazioni. Nella metà del ‘500 il territorio fu concesso alla famiglia della Corgna, ed elevato a marchesato nel 1563. All’inizio del 1900 fu costruito un aeroporto militare la cui area è oggi all’interno del Parco del Trasimeno. L’aeroporto, tutt’ora funzionamente per aeronautica da diporto, è utilizzato per varie manifestazioni, come il Meeting di Primavera per ultraleggeri, Coloriamo i Cieli per aquiloni e mongolfiere, equitazione.

Palazzo Corgna

Il Palazzo della Corgna, da cui prende il nome l’albergo, è il più importante museo del lago Trasimeno.
Costruito nel 1563, nasce come luogo di svago per la famiglia Corgna. L’edificio è strutturato su di una pianta a L rovesciata che si divide in due ali. Dei quattro piani di cui è composto, solamente il primo è stato adibito a museo, dove si possono ammirare otto sale affrescate dal cosiddetto Pomarancio, Niccolò Circignani.
Situato nel centro storico, rappresenta uno dei punti salienti della città. Attraverso di esso è possibile raggiungere la Rocca, percorrendo il passaggio interno delle mura, che permettono al visitatore di rievocare momentaneamente la vita medievale.  Dalle torri di quest’ultima si può godere della fantastica vista del Lago Trasimeno e della campagna umbra.

Siena

A meno di un’ora di macchina da Castiglione del lago, è possibile raggiungere la tranquilla cittadina di Siena.
Capoluogo toscano, il cui centro è stato definito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1995, si ritiene essere stata fondata dagli Etruschi che abitavano questa zona.
Siena è famosa per Piazza del Campo, che presenta una caratteristica forma a conchiglia, e che ospita due volte l’anno ( il 2 luglio e il 16 agosto) l’altrettanto rinomato Palio delle Contrade.
Durante queste due giornate si può ammirare la particolare, e unica, corsa di cavalli, che vede  fronteggiarsi le diciassette contrade che dividono la città. L’amore per la propria contrada è un elemento fondamentale della cultura cittadina, che si tramanda di generazione in generazione. Proprio da questa piazza si diramano le tre principali vie cittadine, che permettono di scoprire dei fantastici scorci e i caratteristici negozi che affollano la città.

Altre mete

Castiglione del Lago può essere considerato un punto nevralgico per il raggiungimento di quei luoghi meravigliosi che si trovano nel confine tra Umbria e Toscana.

Cortona. Con pochi minuti di macchina sarà possibile visitare il principale centro turistico della Val di Chiana. Situata a 600 metri al di sopra del livello del mare, la collina che ospita Cortona permette di godere della fantastica vista del territorio toscano. Il centro storico, tipicamente medievale, si snoda all’interno della cittadina, permettendo di raggiungere rapidamente tutti i luoghi di interesse turistico come il Duomo di Cortona, il Teatro Signorelli o il Museo dell?accademia della città di Cortona. Inoltre a Cortona è possibile visitare il Parco Archeologico, composto da resti di costruzioni e tombe di epoca etrusca e romana.

Arezzo. Capoluogo toscano, è conosciuta nel mondo anche come “Città dell’oro”, poiché per molto tempo la sua economia si è basata sulla lavorazione di questo metallo prezioso. La cittadina presenta elementi sia etruschi che romani, che ritroviamo in opere d’arte come la Chimera di Arezzo (statua etrusca conservata oggi a Firenze) o nell’Anfitetatro romano di età adrianea. Inoltre è possibile ammirare, all’interni della chiesa di San Domenico, il Crocifisso ligneo costruito dal pittore Cimabue.

Chiusi. Piccolo borgo situato vicino a Lago di Chiusi, è sede del più importante museo etrusco nazionale. Grazie all’acquisto del biglietto d’ingresso al museo sarà possibile visitare anche le tombe etrusche del Leone e della Pellegrina (solo su prenotazione quella della Scimmia). La collezione è strettamente collegata con il territorio toscano e con gli scavi che interessano l’intera zona. Il Lago di Chiusi, menzionato precedentemente, è un piccolo bacino situato in un’area naturale protetta, dove gli appassionati di birdwatching potranno osservare esemplari di Airone rosso, Falco pescatore e Svasso maggiore.

Perugia. Città e capoluogo umbro, è l’undicesimo comune più grande d’Italia. Il suo centro storico si sviluppa all’interno delle mura, anch’esse di natura etrusca, e racchiude dentro di se i principali monumenti come il Duomo, la Fontana Maggiore, l’Arco Etrusco, i Giardini del Frontone e la Rocca Paolina, simbolo del potere papale fino al 1860. Per quanto riguarda l’età comunale, degno di nota è il Palazzo dei Priori che venne edificato tra il 1293 e il 1297, al quale si può accedere anche attraverso la Sala dei Notari che è oggi sede del Municipio.

Contatto Diretto +39 075 953238

Per avere maggiori informazioni e per prenotare

Richiedi Disponibilità

Compila il form e richiedi la tua camera